Venezia a luglio per il weekend!

BREVE DESCRIZIONE

Venezia è una città lagunare situata in Veneto, famosissima in tutto il mondo per la mancanza di automobili al suo interno e l’utilizzo esclusivo di imbarcazioni come mezzo di trasporto.

La città si presenta come un grande centro storico dove si estendono palazzi dalle facciate rustiche e vicoli stretti e angusti che trasmettono inizialmente una sensazione di claustrofobia, successivamente una sensazione di protezione dal caos metropolitano.

Il periodo scelto è stato un weekend del mese di luglio, dove il clima non era proprio dalla nostra parte in quanto molto umido proprio per la vicinanza con la laguna!


READY, SET, GO!

Ma gambe in spalla, iniziamo con il viaggio che si è mostrato stranamente tranquillo e non ci possiamo lamentare in tema di traffico.

ORARIO DI PARTENZA: 15.30 del pomeriggio.

MEZZO DI TRASPORTO: macchina a benzina.

ORARIO PREVISTO DI ARRIVO: 18.30 circa.

Abbiamo soggiornato in un hotel nel paese vicino che si chiama Mestre. In questo paese i prezzi sono decisamente più economici e risulta ben collegato con i bus che viaggiano fino a mezzanotte, e treni che effettuano anche orari notturni.

hdr

MUST EAT e DRINK

Sono molte le prelibatezze che si possono trovare a Venezia, ma occhio ai prezzi. Per la prima cena abbiamo cambiato un po’ di locali perchè alcuni proponevano prezzi surreali altri invece cibi surreali: per esempio abbiamo trovato un locale che offriva pizza surgelata alla modica cifra di 16 euro!!!Decidemmo allora di allontanarci dal centro vero e proprio e di avventurarci verso i vicoli più stretti e lontani per cercare qualche localino ricercato e con prezzi abbordabili, ed eccoci ripagati: il Bacaro Jazz. Questo locale è abbastanza singolare, molto jazz come suggerisce il nome, e appesi alle pareti potete trivare decice e decine di reggiseni appesi per bellezza; è gestito da ragazzi giovani e frizzanti che ci hanno indirizzato verso il menù turistico, creato ad hoc per i visitatori, quindi economico ed abbondante.

Da provare assolutamente lo Spritz, decisamente più buono rispetto ad altri posti e creato esclusivamente con il prosecco. Consigliato la sera anche il Bacaro tour. Esso consiste in baretti tipici dove servono aperitivi con il drink a prezzi decisamente economici e hai la possibilità di provare assaggini di piatti tipici veneziani. Personalmente ho provato le sarde in saor, un piatto tipico veneziano a base di sarde condite con una salsa agrodolce (buona ma di sapore forte), schie conze con polenta bianca, le schie sono dei gamberettini tipici di sabbia caratteristici della laguna veneta.

Per gli altri giorni abbiamo optato per un trancio di pizza d’asporto, oppure al “Pasta to go” si può gustare della pasta fatta in casa servita in un box termico da mangiare mentre si ammirano i canali.

ATTRAZIONI

Sicuramente piazza San Marco è una delle tappe fisse di Venezia, le lunghe file per entrare nella chiesa vi potrebbero demoralizzare ma alla fine verrete ripagati con lo spettacolo che vi si presenterà al suo interno. I ponti più famosi sono il Ponte di Rialto e il Ponte dei Sospiri dove sono presenti le famose carceri. Vi consiglio una tappa al Casinò di Venezia, piccolino ma accogliente.

IMG_20170721_220302

Infine, oltre a perdervi nei vicoli alla ricerca di un angolo tranquillo e caratteristico, vi consiglio di vedere assolutamente le isolette di Murano e Burano: Murano è vicina e si arriva con 15 minuti in vaporetto, è molto bella perchè potete trovare tantissimi negozietti con i tipici vetri di Murano e sono ideali come pensierino da portare ai vostri cari. Burano è molto più lontana, sono 45 minuti in vaporetto ma è molto più d’impatto a livello scenico, potete trovare infatti centinaia di case tutte colorate diversamente e negozietti che vendono prodotti di stoffa, caratteristici dell’isola.

SUGGERIMENTI

Occhio alle fregature in termini di cibo e qualità.

Alloggiate fuori Venezia, per esempio Mestre è una buona alternativa in termini economici e logistici.

Se avete a disposizione poco tempo saltate l’isola di Burano, vi occuperà quasi tutto il pomeriggio tra la visita interna della cittadina e il viaggio necessario per raggiungerla.

VOTO

Personalmente mi sento di valutarla 7/10, è molto caratteristica, la sensazione di camminare totalmente senza auto dopo un po’ diventa quasi pesante e i prezzi sono a mio parere eccessivi.

Inoltre il caldo è soffocante, dovremmo rivisitarla in un periodo un po’ più mite.

E tu, sei mai stato a Venezia?ti è piaciuta?

Non dimenticarti di lasciare un commento!

Un pensiero riguardo “Venezia a luglio per il weekend!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...